Calze compressive RelaxSan contro i problemi del caldo: come sceglierle nella taglia corretta

I disturbi venosi quali gambe e caviglie gonfie, vene varicose o capillari dilatati colpiscono più della metà della popolazione
femminile e, soprattutto durante i caldi mesi estivi, possono peggiorare provocando maggiore indolenzimento, formicolio e in alcuni casi dolore.

Legati a scorrette abitudini alimentari e sedentarietà, i problemi venosi provocano senso di pesantezza e calore alle gambe, facile affaticamento, irrequietezza notturna degli arti inferiori accompagnata da occasionali crampi.
Una volta formati, questi disturbi non sono curabili; perciò, l’unico provvedimento per bloccare l’aggravamento della malattia
oppure prevenirla è rappresentato dalla terapia compressiva: le calze elastiche a compressione graduata come quelle proposte da RelaxSan esercitano dall’esterno una pressione sulla gamba che impedisce alle vene di dilatarsi e di perdere la loro efficienza.
La compressione delle calze elastiche RelaxSan è graduale e distribuita su tutto l’arto, a partire dalla caviglia dove è massima, diminuendo progressivamente fino alla coscia, così da favorire la risalita del sangue verso l’alto.

Anche d’estate, quindi, quando il caldo aggrava in modo considerevole l’entità dei disturbi alle gambe, è importante indossare le calze a compressione graduata RelaxSan, indicate soprattutto per chi svolge attività che richiedono una posizione eretta prolungata, implicano poco movimento o la permanenza in luoghi molto caldi.

Per beneficiare degli effetti delle calze a compressione graduata RelaxSan è fondamentale indossarle nel modo corretto e soprattutto sceglierle nella taglia giusta, oppure richiederle su misura su RelaxSan Shop.

Il video tutorial in questo articolo spiega in pochi semplici passi come prendere correttamente le misure delle proprie gambe, così
da acquistare un prodotto perfettamente conforme alla propria corporatura.

  En cours de chargement...
X